#WOMENINTRANSPORT: Promoting gender balance in STEM studies and the transport sector

MIRIAM PIRRA
Topic Education & trainingEmploymentWomen entrepreneurship

In Italy, the share of women employed in the transport sector is 21.9%, and only a fraction of them hold managerial positions. Is there a gender balance? What are the motivations for a woman to pursue a career in the transport sector? Can her choice be influenced by her educational background?

The aim of the event on 30 November 2020 is to create a moment of confrontation on the issues of gender balance in the transport sector with the point of view of the working world and school education, in particular related to STEM.

What did the event leave you with? Did you find interesting food for thought? Do you have experiences to tell or examples to point out? Are there any aspects that were not addressed that you think should be discussed? Do you think it is possible to pursue a career in this field, regardless of gender?

Share your opinions and ideas here!

Available translations

Gallery

  • immagine_womenintransport.png immagine_womenin

Comments
Jump to comment-8
ANGELA CARBONI

10 months ago

Il workshop è stato un momento di confronto molto interessante, che possiamo dire ha inoltre stimolato il pubblico e le relatrici alla conoscenza delle attività del progetto. Le relatrici hanno esposto in modo molto interessante e coinvolgente la loro esperienza personale lavorativa.

Purtroppo nel 2020 gli stereotipi esistono ancora sia durante la formazione STEM e nella scelta di essa, che durante l’ambito lavorativo nel settore trasporti che è tutt’oggi un campo prettamente maschile. Tutte le relatrici in conclusione sono state concordi nel far passare il messaggio “mai arrendersi e credere in sé stesse”.

Sono d’accordo e sono convinta che la perseveranza sia un elemento fondamentale per affermarsi nel settore dei trasporti, superando le ingiustizie di essere chiamate “signorina” invece che “ingegnere”, sfruttando le nostre competenze (anche di tipo trasversale come è stato suggerito dall’ing. Ciuffini), non vergognandoci della nostra maternità ma valorizzandola (come ha detto la prof. Montorsi), senza il bisogno di essere delle eroine (come dice l’ing. Risso), imparando dalle sconfitte (ampiamente raccontate dall’ing. Carello) sperando in futuro di non doverci neanche porre il problema del gender balance (come auspicato dall’ing. Lapietra).

Che dire? Womenintrasport! E sì si può e si deve intraprendere questa carriera a prescindere dal genere e da altre diversità!

The TInnGO project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement no 824349.
Copyright © 2019 TInnGO. Designed and Developed by LGI